| Francesco Severi |
Frosinone

La nuova tessera sanitaria/CNS

La nuova tessera sanitariaCNS

É arrivata la nuova tessera sanitaria / carta nazionale dei servizi: attivala!

CERTIFICAZIONE CORSO TRINITY

CERTIFICAZIONE CORSO TRINITY

Frequenza - Requisito fondamentale

Il liceo scientifico Severi è la migliore scuola della provincia.

Il liceo scientifico Severi  la migliore scuola della provincia

Il liceo scientifico Severi è la migliore scuola della provincia. Ecco la classifica.

Un altro premio per i ragazzi del Severi

Un altro premio per i ragazzi del Severi

Terzo posto al concorso “Storie di Alternanza”, organizzato dalla CCIAA di Frosinone con l’Azienda Speciale Aspiin.a


Punta Campanella

Punta Campanella

Il video dell'escursione

ACCESSO SERVIZI ON LINE DELLA SCUOLA

ACCESSO SERVIZI ON LINE DELLA SCUOLA

MODALITA' DI ACCESSO PER GENITORI

ERASMUS PLUS KA2 – Partenariato Strategico

ERASMUS PLUS KA2  Partenariato Strategico

ERASMUS PLUS KA2 – Partenariato Strategico tra scuole per lo scambio di buone pratiche.  From Tradition to the Future:  Ancient Crafts and New Entrepreneurial Possibilities for Young People.  Dalla tradizione al futuro: antichi mestieri e nuove opportunità imprenditoriali per i giovani.   Il Liceo Scientifico Statale “Francesco Severi” coordinerà, dall’anno scolastico 2017 – 2018, un partenariato strategico, all’interno del programma Erasmus plus della Commissione Europea, composto da quattro scuole europee: l’istituto VIllalba Hervás  di La Orotava, Tenerife (Spagna), la Uhtna Pohikool di Uhtna (Estonia) ed il Ludzas Pilsetas Gimnazija di Ludza (Lettonia). L’incontro di presentazione del progetto con le delegazioni dei docenti stranieri delle scuole partner è previsto a Frosinone tra i giorni 26 e 30 novembre 2017. In quella occasione verranno definiti tutti gli aspetti organizzativi e logistici delle attività da mettere in campo. Per il Liceo “Severi”, capofila del partenariato, il progetto verrà curato dal gruppo docenti Erasmus KA2, coordinato dalla funzione strumentale per l’Interculturalità e l’Europa, prof.ssa Annadora Riondino. La finalità principale del progetto, interamente finanziato dall’UE, consiste nella riscoperta del valore culturale dell'artigianato artistico e della figura dell'artigiano, come elemento fondamentale di un patrimonio culturale comune all’interno dell’Unione europea e nella valorizzazione dell'artigianato in una prospettiva che mira al futuro e alle nuove tecnologie. Le attività artigianali possono combinare infatti passato, presente e futuro poiché rappresentano un valore importante e permanente che riflette gli stili di vita sociali, culturali ed economici di una comunità. Il ​​progetto intende sensibilizzare in maniera particolare i giovani sulla necessità di proteggere e preservare questo patrimonio culturale e tradizionale e allo stesso tempo sulla possibilità di pensare all'artigianato come nuova occasione di occupazione, anche grazie all'utilizzo di nuovi strumenti tecnologici, nonché come strumento di inclusione sociale. Gli alunni delle quattro scuole partner saranno coinvolti in attività diversificate quali la conoscenza delle diverse realtà artigianali nel loro territorio; la creazione di un itinerario culturale basato sulle loro ricerche; l’analisi dell'artigianato come possibile risorsa per l'occupazione giovanile in un contesto contemporaneo di difficoltà economiche; la scoperta delle attività artigianali come valido sostegno all'ambiente e allo sviluppo sostenibile; la creazione di un legame tra le scuole e il mondo del lavoro, coinvolgendo le associazioni artigianali locali nel progetto; la partecipazione a laboratori in cui verranno realizzati oggetti, seguendo tutte le fasi del processo della loro creazione; lo sviluppo di una mentalità imprenditoriale negli studenti che attiveranno un'impresa virtuale attraverso la quale pubblicizzare e vendere gli oggetti prodotti per raccogliere fondi a scopo benefico; la collaborazione con i “rifugiati” nei laboratori artigianali e tecnologici; l’utilizzo di nuove tecnologie per progettare e creare; la scoperta delle potenzialità che le ICT offrono per valorizzare i prodotti artigianali nel mondo digitale. Il progetto prevede attività transnazionali poiché è indispensabile che gli studenti conoscano e confrontino realtà diverse in Europa, dal Nord al Sud dell’UE.  I partecipanti scopriranno analogie e differenze tra le antiche tradizioni artigianali dei paesi coinvolti nel progetto e analizzeranno le modalità attraverso cui ogni scuola proporrà soluzioni innovative per promuovere le attività artigianali; in tal modo tutti gli studenti verranno coinvolti in uno "scambio di buone pratiche", reciprocamente utile e gratificante. Nelle scuole partner i gruppi target saranno formati da alcune classi di studenti (di età compresa tra 14 e 16 anni), coinvolti direttamente nelle attività del progetto, i quali acquisiranno competenze in diverse aree di apprendimento, legate non solo ai temi e alle attività del progetto, in modo tale da utilizzarle in una varietà di contesti nella loro vita futura. I temi del progetto verranno esplorati in un contesto europeo allargato attraverso la collaborazione e lo scambio di punti di vista diversi in un ambiente multiculturale, in modo da ampliare le abilità personali, trasversali e professionali. Una parte delle attività sarà svolta "all'esterno" delle scuole, in collaborazione con il territorio (associazioni di artigiani e organizzazioni di volontariato), creando così un forte legame con il mondo reale. Alcuni seminari pratici a scuola saranno aperti alla comunità locale, inclusi un gruppo di rifugiati, in modo tale che le attività del progetto diventino anche un mezzo di inclusione sociale e di confronto con altre culture. La metodologia utilizzata si baserà sull’alternanza di attività di ricerca, di apprendimento e pratiche. Gli studenti saranno coinvolti direttamente nella pianificazione e nella procedura di ciascuna attività. Il progetto promuoverà così un approccio multidisciplinare e interdisciplinare, rafforzando le abilità manuali, digitali e trasversali degli studenti, le capacità comunicative in una lingua straniera comune di lavoro (l’inglese) e aiuterà a combattere i pregiudizi e gli stereotipi verso altre culture. Le scuole partecipanti diventeranno un punto di riferimento in una comunità più ampia che include le associazioni professionali locali, culturali e di volontariato. Il progetto inserirà ogni scuola in una rete di cooperazione e collaborazione di lunga durata non solo a livello locale ma in una prospettiva europea più ampia. La diffusione congiunta dei risultati del progetto, dei risultati e dei prodotti accrescerà la qualità europea del partenariato e sarà promossa ovviamente attraverso tutte le forme comunicative locali, nazionali ed europee. Link ai siti delle scuole partner: Ludzas pilsetas gimnazija   - Ludza   - Lettonia  www.ludzasgimnazija.lv UHTNA PÕHIKOOL      - Uhtna   - Estonia  www.uhtna.edu.ee IES VIllalba Hervás    - La Orotava- Tenerife, Canary Islands, Spain  www.iesvillalbahervas.org  

Un anno di Erasmus Plus

Un anno di Erasmus Plus

    Giugno 2018      Il primo anno di attività del partenariato strategico tra scuole Erasmus plus KA2 From Tradition to the Future: Ancient Crafts and New Entrepreneurial Possibilities for Young People 2017-2019 si avvia alla sua conclusione. Diversi aspetti del progetto sono stati sviluppati dai partner nelle rispettive scuole e durante il primo incontro internazionale svoltosi a Ludza, Lettonia nel mese di Aprile 2018: durante il meeting studenti e docenti provenienti da Italia, Spagna, Lettonia ed Estonia hanno preso parte a laboratori dimostrativi e creativi sulle antiche tradizioni artigianali del paese ospitante, collaborando e interagendo in Inglese, lingua comune del partenariato. Nel corso dell’anno scolastico gli studenti e i docenti del gruppo Eramus plus KA2 del Liceo Severi  hanno implementato diverse attività: dopo aver ospitato le delegazioni partner dei docenti europei per l’incontro organizzativo ( novembre 2017) hanno effettuato ricerche sugli antichi mestieri nel territorio, hanno visitato fiere locali e  intervistato alcuni artigiani, hanno creato il sito del progetto, hanno partecipato al laboratorio di ceramica per apprendere le tecniche base della creazione di oggetti artistici. Il laboratorio, aperto alla partecipazione di un gruppo di giovani rifugiati provenienti da Gambia, Ghana e Guinea, assistiti dalla Caritas Diocesana di Frosinone, ha rappresentato un significativo momento di integrazione tra scuola e territorio.  In questo scorcio di fine anno scolastico gli studenti esplorano un’area del progetto interessante e innovativa, il web marketing: imparano ad usare il web per la presentazione e la valorizzazione dei prodotti artigianali, sotto la guida della dott.ssa Isabella Barletta, esperta del settore. Tale esperienza verrà condivisa con le scuole partner durante il prossimo incontro in Estonia, previsto per ottobre 2018.      Per visionare le attività svolte finora dalle scuole del partenariato, i materiali digitali e il resoconto dettagliato dell’incontro in Lettonia, vi invitiamo a visitare il sito del progetto che si arricchisce periodicamente di nuovi contributi:                             https://fromtraditiontothefuture.wordpress.com                                                                               Il coordinatore del progetto                                                                           prof.ssa Annadora Riondino _____________________________________________________________________________________   Presentiamo una sintesi dell’esperienza Erasmus plus KA2 in Lettonia: Articolo apparso su La Provincia del 22 Aprile 2018 Video Latvia-April 2018 Power Point Presentation: Creative workshops in Ludza


Premio letterario "Gioacchino Pellecchia"

Premio letterario Gioacchino Pellecchia

Un altro riconoscimento per i ragazzi del Severi.

Olimpiadi della Chimica

Olimpiadi della Chimica

Gli studenti del Severi si distinguono

Olimpiadi della matematica: Medaglia di bronzo

Olimpiadi della matematica Medaglia di bronzo

Lo studente Matteo Folcarelli classe V F medaglia di bronzo alle gare individuali

Olimpiadi delle scienze naturali

Olimpiadi delle scienze naturali

Uno studente del severi selezionato per la fase nazionale



Ultime notizie