L’Istituto riconosce nell’attività di  recupero  un  aspetto  rilevante  del  processo educativo e pertanto organizza  corsi  di  recupero,  sostegno  e  sportello  che integrino e completino la normale attività di recupero in itinere e i progetti di recupero e approfondimento in orario antimeridiano per classi parallele. A tal fine il Collegio dei Docenti, dopo attenta analisi dei fattori dell’insuccesso scolastico, individuaglistrumentidiinterventoemetodologiedidattichediseguitoindicate:

 

 

 

 

Fattoridell’insuccesso scolastico

Strumentispecificidiinterventoe

metodologie didattiche

 

 

1

 

 

Carenzenelleabilitàdibase

 

Curareilrapportocontinuitàbiennio-triennio

Corsidirecuperoesostegno,sportello didattico individualizzato – Progetti accoglienza

 

 

 

2

 

 

 

Metodo di lavoropoco efficace

 

 

 

Corsi di recupero e sostegno curricolare e pomeridiano, diverse modalità disportello

 

3

 

Scarsaattitudineall'impegno

 

Controllosistematicodellavorosvoltoacasadagli alunni

 

 

 

4

 

 

Difficoltà nell'approccioal testo

Curare le capacità di sintesi, suggerendo la costruzione di mappe concettuali e schemidelle lezioniproposte.

Incrementarel'usodeilibriditesto.Taleabilitàè trasversale a tutte le materie e recuperarla deve essere un obiettivo di ogni consiglio diclasse

 

5

Orientamento pocoefficace

CurarelacontinuitàScuolaMedia-Scuola Superiore eBiennio-Triennio

 

 

In particolare, se si organizzeranno corsi di recupero e sostegno in fasce orarie pomeridiane,  siterràcontodelleesigenzedeglialunnipendolari.

Le attività di recupero, sia in orario curricolare che extracurricolare, per il corrente anno scolastico si terranno da novembre ad aprile. Per le classi quinte si terranno corsi di preparazione agli Esami di Stato relativamente alla prima e seconda provascritta.

Il Dipartimento di matematica, in particolare, propone anche di utilizzare un'ora di disposizione come sportello da farsi alla quinta ora nei giorni in cui gli studenti escono alle ore 12,30. Tale sportello sarà per  classi  parallele,  su prenotazione e per un massimo di dieci studenti e un minimo di due per ciascuno sportello.

 

Per quanto riguarda l'organizzazione del recupero di gennaio 2014 il Dipartimento in tende effettuare il  recupero  per  classi  parallele  nelle  classi  prime, mentre per le classi seconde ciascun insegnante lavorerà con la propria  classe   secondo   le   esigenze.   Si   ritiene   auspicabile   che   tutte   le     discipline

 

 

normalmente coinvolte negli anni passati nelle attività di recupero pomeridiano lavorino  per classi parallele e perlivelli.

 

Criteridiorganizzazioneattivitàdirecuperoesostegnosuccessiviallo scrutinio digiugno

 

  •    Icorsidirecuperosuccessivialloscrutiniodigiugnosarannoorganizzatiper classiparallele

 

  •    I Consigli di classe, sulla scorta delle valutazioni intermedie e finali, individuano gli studenti,  la natura dei loro fabbisogni educativi, i tempi e    la durata dei corsi, i modelli didattici e metodologici,  le  modalità  di  verificaeleformeconcuilefamiglievengonoinformate.

 

  •    Laverificafinaledeicorsièoraleedanchescrittasoloperledisciplinechelo prevedono.

 

  •    La comunicazione con la quale le famiglie vengono informate della sospensione del giudizio con l’esito relativo a tutte le discipline deve  indicare la data in cui la scuola pubblica il calendario delle attività di recupero everifica.

 

  •    Con apposita delibera il Collegio dei docenti di giugno individuerà altresì i corsi da attivare e  la lorodurata.

 

  •    L’accertamento del recupero delle carenze formative verrà effettuato  nel mese di settembre e comunque non oltre la data di inizio delle lezioni dell’anno scolasticosuccessivo.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.