Contro tutte le mafie

Si è celebrata ieri, 21 marzo 2017, in tutto il Paese la XXII Giornata della Memoria e dell'Impegno per le Vittime della Mafia, promossa dall'Associazione “Libera” di Don Ciotti e su iniziativa del Parlamento, da quest'anno istituita ufficialmente. Il Liceo scientifico Francesco Severi, da sempre attento e sensibile a ricorrenze di tale genere, per il quinto anno consecutivo ha voluto partecipare a questo giorno della memoria, ricordandonome per nome le tante vittime innocenti morte per mano delle mafie. Tutti gli studenti hanno aderito a questa commemorazione indossando una maglietta bianca recante in rosso il nome di una delle 620 vittime del sistema mafioso. L’iniziativa, promossa dalla Funzione Strumentale “Sostegno agli studenti”, intende stimolare quella memoria responsabile, che dal ricordo può generare impegno e giustizia nel presente. Inoltre i balconi del Liceo Severi sono stati rivestiti dagli studenti da numerosissimi striscioni recanti frasi di grandi uomini che hanno lottato tenacemente contro le mafie; l’intento preciso è stato voler lasciare un segno sul territorio e stimolarne la riflessione, perché la scuola non aiuta a crescere solo chi la frequenta, ma anche il territorio su cui insiste.

Parlate della mafia. Parlatene alla radio, in televisione, sui giornali. Però parlatene.” Questo è l’appello accorato di Paolo Borsellino, che dagli studenti del Liceo Severi è stato accolto e messo in atto molto sul serio in questo giorno 21 marzo, primo giorno di primavera, con l’auspicio che si verifichi nel nostro Paese una primavera di Giustizia e di Speranza. 


Pubblicata il 24 marzo 2017

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.