Olimpiadi della matematica: Medaglia di bronzo

 olimat01     olimat02

Si chiama Matteo Folcarelli e a soli 19 anni ha già conquistato un traguardo importante: ha portato a casa la medaglia di bronzo alle Olimpiadi della Matematica, tenutesi a Cesenatico il 4, 5 e 6 maggio. Folcarelli, della classe V F del Liceo Scientifico Severi di Frosinone, ha risolto una serie di quesiti matematici, che vertevano sulla logica, sulla geometria e sul calcolo. La competizione, curata dall’UMI (Unione Matematica Italiana), è nata nel 1997 con lo scopo di selezionare sei giovani talenti che possano rappresentare l’Italia alle Olimpiadi Internazionali della Matematica.

La professoressa Turriziani, docente al Liceo Severi da diversi anni, ha così commentato l’esperienza appena vissuta a Cesenatico: “Prendo parte a questa manifestazione da molte edizioni e, nonostante ormai sappia perfettamente come si svolgeranno le gare e quanto sarà emozionante la premiazione, mi ritrovo ogni anno a sorprendermi: il sapere e la voglia di mettersi alla prova creano un’alchimia che va oltre la gara in sé. Una delle cose che mi stupiscono maggiormente è la modestia con cui i ragazzi affrontano questa sfida. La giovane età non toglie nulla alla loro maturità e alla loro consapevolezza che ci sarà sempre da imparare.”

Le Olimpiadi della Matematica non sono solamente un traguardo e un’occasione per gli studenti: sono anche un momento di confronto e condivisione per i docenti, che ogni anno hanno modo di intessere rapporti professionali e amicali che potranno contribuire a migliorare il mondo della scuola. “Credo fermamente nella cooperazione: laddove i docenti non si supportano e non si confrontano, la scuola cessa di avere un motivo di esistere. Se invece si mira a una crescita continua, a coltivare una curiosità che possa durare una vita, allora il sapere vince su tutto e la scuola diventa l’universo meraviglioso che dovrebbe essere.”

Orgogliosi del risultato di Folcarelli, i suoi compagni di classe, il dirigente scolastico prof. Livio Sotis, e tutto il corpo docente, lo hanno accolto tra complimenti e parole di incoraggiamento perché punti a risultati sempre migliori. I giovani che hanno talento, che sanno supportarsi a vicenda e che hanno il coraggio di scommettere su se stessi meritano di venire conosciuti. Un plauso al Liceo Severi, che da molti anni accompagna i ragazzi nelle loro avventure matematiche e apre le porte di un futuro che ci auguriamo possa essere luminoso.


Pubblicata il 13 maggio 2018

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.